Street art: uno sguardo contemporaneo sul Farnese

Martedì 27 giugno, l’Ambasciata di Francia in Italia e l’Institut français Italia hanno inaugurato il nuovo progetto di street art a Palazzo Farnese, alla presenza dell’Ambasciatore e dei 20 artisti partecipanti che per cinque giorni hanno lavorato per trasformare 320m² di semplice palizzata in un’esplosione di colori e riferimenti storici al Palazzo e alla città di Roma.

Illustration réalisée par Aristide Barraud

Crediti fotografie: © Claudia Rolando e Marta Ferro

Il progetto è stato ideato dall’Institut français Italia e dall’Ambasciata di Francia, e realizzato con la collaborazione di Liquitex e della Rome University of Fine Arts (RUFA), con la volontà di valorizzare l’architettura farnesiana attraverso lo sguardo di artisti contemporanei. L’Ambasciata e l’Institut hanno voluto offrire ad artisti di vari ambiti (street art, pittura, illustrazione, architettura…) l’opportunità di proporre uno sguardo nuovo su Palazzo Farnese e la sua storia. Così, nell’ambito della campagna di restauro del palazzo avviata nel 2021 e del programma di valorizzazione artistica del cantiere, i 320m² di palizzata in via del Mascherone sono stati messi a disposizione come una vera e propria pagina bianca.

Alexandra Fongaro, Alice Papi, Carlos Atoche, Claire Baratto, Dalia Sestieri, Diletta Ugolini, Gea Logan, Gianfranco Toso, Giulia Di Pasquale, Giulia Vitiello, Riccardo Martinelli, Lin Dhuong, Marcello del Prato, Marco Affaitati, Nathalia Koux, Pierre Peroncini, Stefano Bove, Valerio Prugnola, Valerio Ventura Vanda Focanti

Quindici italiani, due francesi, uno svizzero, uno peruviano e un americano: attraverso un bando aperto a tutti, sono venti gli artisti selezionati per la loro visione sul Palazzo, sui personaggi che ne hanno animato la storia, i colori, i particolari architettonici… Hanno beneficiato della curatela di Aristide Barraud, artista francese residente in Italia che trasforma i muri in uno spazio di creazione e di poesia attraverso i suoi collage di testi e di fotografie, e di Guido d’Angelo, artista e pittore, docente alla RUFA  (Accademia di Belle Arti Roma) e coordinatore tecnico del progetto per Liquitex, che li hanno accompagnati lungo tutto il progetto partecipandovi in prima persona. 

“Con questo nuovo progetto di street art realizzato a Palazzo Farnese, nel cuore storico di Roma, il palazzo continua ad aprirsi sempre di più verso la città, dando la possibilità a tutti di appropriarsene e reinventarlo. Così, i venti artisti selezioniati regalano a tutti i passanti il loro sguardo nuovo su questo edificio emblematico, attraverso un’opera collettiva e di strada che, per tanti versi, richiama l’illustre Galleria dei Carracci. Ancora una volta, il cantiere di restauro di Palazzo Farnese si pone come un vero e proprio ponte tra storia e arte contemporanea’’ si è rallegrato Christian Masset, Ambasciatore di Francia in Italia, incontrando i venti artisti.

Gli artisti hanno scelto di rendere omaggio alla celebre Galleria dei Carracci, alla quale si sono ispirati. In effetti, a dare coerenza d’insieme al grande murales, c’è la scelta di una gamma cromatica che riprende i colori della Galleria affrescata dai fratelli Carracci alla fine del Cinquecento, oltre alla curatela di Aristide Barraud e al coordinamento artistico di Paolo Giordano, Giacomo Isidori, Valerio Pastorelli e Guido d’Angelo. L’opera che ne risulta è una specie di eco moderna al capolavoro cinquecentesco, anche esso grande composizione di una pluralità di argomenti in un’unica e armoniosa cornice. L’accurato lavoro attorno ai colori, con la selezione di tinte pure e l’elaboraborazione di un viola presente anche nella famosa galleria, dà armonia a questa composizione collettiva, grande partitura strettamente legata, come la Galleria, al movimento poiché entrambe si leggono soltanto camminando, percorrendole.

A sostenere l’opera complessiva e accompagnare i passanti, c’è anche la scritta caratteristica del lavoro di Aristide Barraud che si dispiega lungo gli 80m di palizzata. Barraud ha voluto lasciare la massima libertà ad ogni artista, aprendo loro una porta per entrare nel suo mondo e, con la sua sensibilità, ha permesso di trasformare le singole proposte personali in un’unica opera collettiva.

Maggiori informazioni sul sito dell’Ambasciata di Francia in Italia (versione francese qui)

Tutte le foto degli artisti all’opera e dell’inaugurazione sul sito della Rome University of Fine Arts e sul sito dell’Institut français Italia



Citer ce billet
EFR (2023, 20 septembre). Street art: uno sguardo contemporaneo sul Farnese. Farnese 150. Consulté le 24 avril 2024, à l’adresse https://doi.org/10.58079/opdm

Vous aimerez aussi...

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search